Infos
Vacanze in estate & inverno

Immersi nella cultura

Antermoia è un paese pittoresco nel bel mezzo della Val Badia, una valle che viene definita “il cuore delle Dolomiti”. Si trova ai piedi del maestoso Sasso Pütia, massiccio dolomitico emblematico, inserito in mezzo ad una serie sconfinata di prati e boschi.

Il paesaggio naturalistico intorno a Börz (Passo delle Erbe) all'ingresso del parco naturale Puez-Odle costituisce per il visitatore una vera oasi di pace e di tranquillità. Antermoia possiede una storica tradizione turistica, legata ai bagni nell’acqua solforosa: i“Bagni Valdander”, siti in una stretta gola boscosa alla periferia dell’abitato, offrono la possibilità di godere di salutari bagni in un’acqua minerale di montagna unica nel suo genere.

Vicino ad Antermoia è sito San Martino, un espressivo paesino ricordato per il castello medievale, attuale sede del MUSEUM LADIN ?iastel de Tor. Non per nulla, San Martino è noto con l'appellativo di “culla della cultura ladina”, qui hanno infatti sede alcune delle istituzioni più importanti per la promozione e la diffusione della cultura ladina. Questo museo mette in luce diverse circostanze della storia della vita attuale dei ladini e fornisce preziose informazioni sulla lingua, la cultura, l’archeologia e la geologia della valle. Anche l’istituto di cultura ladina “Micurà de Rü” è qui situato.

Se siete degli appassionati della tradizione non potete mancare di fare un giro a Longiarù, piccola frazione di San Martino in Badia. Questo piccolo gioiellino è conosciuto per la valle dei mulini, una vallata dove ci si può innamorare di antichi mulini ad acqua, alcuni dei quali ancora in funzione.

Sulla sponda destra della vallata si trova inoltre Piccolino, dove vengono custoditi vari edifici storici tra cui la “Casa del Maier”, costruzione del 1650 molto ben conservata, nella quale alloggiavano personaggi importanti, attivi nella lavorazione del ferro nella vicina frazione di Alfur. Dello stesso secolo è la chiesetta di San Antonio (“dlijia de Sant Antone”), conosciuta per i suoi altari rinascimentali. Sopra la chiesa si trova l’edificio “Ciastel Freieck”, antica osteria, adibita in seguito a casa di riposo.

Le Dolomiti, dichiarate patrimonio UNESCO dal 2009, sono famose a livello mondiale per la loro bellezza, per l'unicità paesaggistica e per il significato geologico che si cela dietro ad esse. La vista affascinante su queste montagne, il contrasto tra il verde chiaro orizzontale dei prati sconfinati e il verde energico verticale degli alberi che sfiorano il cielo, la voglia di perdersi con gli occhi tra i prati in fiore, vi sorprenderà!

Per chi ama anche la città, da Antermoia si raggiungono facilmente nel giro di 30 min. Sia Brunico che Bressanone.

Guest Info

Informazioni utili per chi trascorre le vacanze nella nostra regione sono disponibili al link www.guestinfo.it »

Cultura e tradizione sullo sfondo delle Dolomiti